RSI Rete Uno – Uno Oggi. “Fermo Immagine. Fotogiornalismo tra storie ed attualità”

An interview on April 21 2021 by Maria Pia Belloni and Elisa Manca on Uno Oggi. “Fermo Immagine. Fotogiornalismo tra storie ed attualità” (RSI Rete Uno) about the state of Photojournalism today.

Rete Uno. Uno Oggi. Elisa Manca, Didier Ruef and Maria Pia Belloni. April 21, 2021.

[Uno Oggi, RSI Rete 1 – April 21, 2021]

Una foto non la guardi, è lei che ti cattura, se l’occhio e l’anima del fotografo hanno saputo offrirti in un emozione, la forza, la bellezza o la brutalità di un evento, di un pensiero. Ebbene si, la fotografia può anche intercettare il pensiero di una persone, il simbolo il ruolo, di un luogo o di un oggetto, se dietro c’è una storia appassionante, che si è scelto di approfondire e raccontare con l’arte di pochi scatti.
Ma come si diventa Fotoreporter, a chi si guarda e dove si studia in Svizzera, e da dove si parte per un lavoro che spesso parla di corse, di sfide contro il tempo, contro le bombe e contro la banalizzazione dell’immagine, che è in sovrabbondanza nel nostro vivere contemporaneo.
Che ruolo ha oggi il computer per il fotogiornalismo e come lavorano i fotoreporter delle agenzie internazionali?
Prendendo spunto dai premi Svizzeri ed internazionali attribuiti proprio in questi giorni, parleremo di fotogiornalismo dal locale al globale. Parleremo anche del Virus Sars Cov 19 che ha bloccato gli spostamenti dei fotoreporter di mezzo mondo, i quali hanno portato i loro occhi ed i loro obiettivi, dentro la cruda realtà della malattia.
Per mettere a fuoco il tema con noi:
– Didier Ruef fotoreporter di esperienza internazionale
– Francesca Agosta fotoreporter e cofondatrice dell’agenzia Ti Press
– Gabriele Putzu Fotoreporter e Fotoeditor
– Pablo Gianinazzi vincitore del primo premio Swiss Press Photo 2021 nella categoria attualità per la serie “Primo ospedale Covid in Svizzera”

RSI Rete Due – Una foto al giorno

An interview by Monica Bonetti on Voci dipinte (RSI Rete Due) on January 17th, 2021 about my next book 2020 which will published by Till Schaap Edition.

Una foto al giorno

All’inizio del 2020 il fotografo Didier Ruef ha avviato un progetto che prevedeva di realizzare ogni giorno uno scatto, per documentare nel corso dell’anno viaggi, incontri, a volte anche semplicemente il suo sguardo su giornate qualsiasi. Non sapeva evidentemente allora che il 2020 si sarebbe trasformato nell’anno che in pochi dimenticheranno nella sua eccezionalità.Un anno molto mediatizzato, in cui il consumo di informazione è aumentato un po’ in tutti i settori e che anche dal punto di vista delle immagini è stato raccontato in quantità molto abbondante. Ma l’abbondanza di immagini non sempre significa automaticamente abbondanza di informazioni perché il contesto, la cornice sono altrettanti elementi di lettura che a volte completano altre confondono, in ogni caso stratificano l’interpretazione di chi osserva. Il progetto di Didier Ruef diventerà presto un libro che a Voci Dipinte sfogliamo in anteprima insieme al suo autore e allo storico Pietro Montorfani coordinatore dell’ufficio patrimonio culturale della città di Lugano.”.

[Voci dipinte, RSI Rete 2 – January 17th, 2021]

Didier Ruef © TiPress / Samuel Golay

RSI La1 Storie – An interview with Didier Ruef

The tv presenter Rachele Bianchi Porro is interviewing the photographer Didier Ruef during RSI La1 Storie, Swiss Italian Television, on May 3rd, 2020

RSI La1 Storie. May 3rd, 2020(click image to enlarge)

RSI La1 Storie. May 3rd, 2020

RSI La1 Turné – Il potere delle immagini – An interview about Homo Helveticus

The photographer Didier Ruef presents his book Homo Helveticus inside Swissminiatur (Melide) for the RSI La 1 – Quotidiano Turné, Swiss Italian Television, on March 4th, 2019

You can order the book on www.didierruef.com

RSI ReteDue – La mia Svizzera riscoperta

An interview by Monica Bonetti on Laser (RSI Rete Due) on January 15th, 2019 about my new book Homo Helveticus.

La mia Svizzera riscoperta

Ginevrino di nascita e ticinese d’adozione Didier Ruef è un fotografo di reportage che nell’immagine cerca soprattutto la storia che vi sta dietro. Ne è l’ennesima conferma anche il suo ultimo libro “Homo Helveticus” uscito a dicembre presso l’editore bernese Till Schaap Edition. Didier Ruef vi ha raccolto 170 immagini in bianco e nero catturate nei quattro angoli della Svizzera nell’arco di trent’anni. Molti di quegli scatti sono stati realizzati durante feste tradizionali e quella che ne emerge è una Svizzera di cui risaltano tutte le diversità culturali e le contraddizioni ma anche la tensione verso il cambiamento e la modernità.Il libro diventa allora un altro dei tanti viaggi di Didier Ruef, questa volta alla ricerca della sua identità. Un viaggio e una ricerca che non sono privi di uno sguardo acutamente ironico e che il fotografo ci racconta in questo “Laser”.

[Laser, RSI Rete 2 – January 15th, 2019]

Didier Ruef © TiPress / Samuel Golay

RSI ReteDue – Man and death

A radio comment about the image “Man and death”.

Open air theatre performance. A widow, dressed in black clothes, is cleaning a coffin with a handkerchief. Geneva. Switzerland -1994

[Moby Dick, RSI Rete 2 – September 16th, 2017]

RSI ReteDue – Education is the future of mankind

A radio comment about the image “Education is the future of mankind”.

A group of pupils sit at school and listen to a recorded radio program while their teacher is sick at home. Anjeni, Ethiopia – 1996

[Moby Dick, RSI Rete 2 – June 3rd, 2017]

RSI ReteDue – JFK and Papo

A radio comment about the image “JFK and Papo”.

Papo dances in the living room. Spanish Harlem. New York City. USA – 1986


[Moby Dick, RSI Rete 2 – April 1st, 2017]

RSI ReteDue – Michelle, ma belle

A radio comment about Michelle Obama’s images.


[Moby Dick, RSI Rete 2 – January 21st, 2017]